Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2010

[GoodFeeling]

A volte basta una citazione di How I met your mother a farmi chiudere gli occhi tranquilla.

Read Full Post »

[CapolinoMalizioso]

Ci vuole poco per rovinare un momento. Magari uno di quelli che si protraggono da un'ora, sul sedile posteriore di una macchina, su un divano o su una panchina dalla quale non ci si vuole alzare. Basta un attimo, un – Tac! – rumore sordo e molesto per mandare tutto all'aria, far sparire le luci (o proiettarne altre in vari punti, chissà) e subito scavalcare il sedile per raggiungere il posto del guidatore e ingranare la prima. Per poi, ovviamente, rendersi conto di essere scesi con la frizione abbassata. "A folle", come si dice in gergo. Ma non conta la marcia, conta che il motore sia acceso e pimpante. "Allegro" – sempre nel gergo. Abbastanza avviato da schizzare via.
Abbastanza impauriti da permettere ai fantasmi della mente di fare capolino malizioso.
Ma s'io avessi previsto tutto questo, dati, cause e pretesto, le attuali conclusioni … non te lo avrei chiesto.
Lodevole perché hai temuto per me. Riprovevole perché ti tieni tutto dentro.

Read Full Post »

Aspettami che arrivo. Arrivo.
Tutto il tempo che vuoi.
Senza fretta.
Senza pressioni.
Senza tensioni.
Tanto io sto qua.
Ferma sulla banchina della metro alla stazione di Lucio Sestio. 
Sulla panchina. Quella panchina.
Con in mano la mia seconda Grammatica di Dio e un libro di barzellette sul Milan.
Con una busta rossa stropicciata, mentre qualcuno in giacca e cravatta è andato a fare una telefonata fuori, dove c'è campo. Anche lì sotto c'era campo, nonostante l'assenza di ripetitori, il rumore assordante del treno in arrivo e l'odore della metro ormai diventato di casa.
"Mi raccomando, non sparire"  – non mi era passato nemmeno per l'anticamera del cervello.
I'm not leaving my personal train. Not now that I've just jumped in, 'cause when you leave all your luggage behind, the doors close inexorably.  
Fauno, partiamo quando vuoi.

Read Full Post »

[senzatitolo]

mi fa male se pensi che non mi piaci

mi fa male quando non ti vedo

con lo sguardo che voglio

mi fa male

quando piangi

mi fa male

quando metti l' avvelenata

sia quando l'hai messa ieri sera

sia stamattina

mi fa male quando scrivi con il punto alla fine [cit.]

Ma s' io avessi previsto tutto questo…

Read Full Post »

TheOnlyThing

"Aiutami a non sbagliare"
"La sola cosa che posso fare per impedirti di sbagliare è farti essere te stesso"

Read Full Post »

[FauniMacchinisti]

Un giorno prenderò un treno. Non ci sarà bisogno di prenotare il posto, ce ne sarà uno solo per me. 
Non ci saranno orari da rispettare, niente corse in metro e scale mobili. La banchina sarà deserta, il binario speciale. Un giorno prenderò un treno, senza sapere né la destinazione né le fermate intermedie. Sarà come andare incontro all'avventura. Niente trolley, niente zaino, niente borsa. Lascerò a casa pure il telefono. 
Un giorno, senza pigiare il tasto per far aprire il portellone, salirò su un treno. Niente controllori, niente passeggeri molesti. Solo io e il macchinista. E nel momento in cui partirà quel treno non ci sarà più bisogno di binari. Si muoverà come una macchina, al massimo un poco sollevato da terra. E ci sarà tanto da vedere. 

Rugantino 17-04-2010

Read Full Post »

Flowers’ duet

Flower

Finalmente uscita dalle parentesi.

Read Full Post »

Older Posts »