Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘lingua italiana’

L’italiano è una gran bella donna che non ha bisogno della notte per brillare. Non è un caffè da dolcificare, ma un letto così bello che lo si potrebbe pure lasciare disfatto. Basta a sé, con tutte le sue varianti e costrizioni, con i suoi periodi iperbarici e i ponti sospesi, senza infamia e con un po’ di lode. Non ha bisogno di rettifiche e modifiche, né tantomeno è l’utero in affitto di lingue ormai fin troppo masticate. E’ annoverato tra gli idiomi più complessi, a tal punto che talvolta nemmeno gli italiani stessi sanno adoperarlo a pieno. Dopodiché parte la sequela di “pò”, “perchè”, o gli apostrofi infilati tra le lettere come un amante nell’armadio in mezzo ai vestiti.
Il problema è che certi individui non mancano di una generosa dose di autostima. Una dose? Direi più che altro che la zuccheriera dell’autostima si è riversata sulle loro tazzine (perché a mio parere siamo tutti le piccole tazzine di un infinito servizio da caffè), un po’ come in quella scena de “La spada nella roccia”, dove la zuccheriera continua a dolcificare il tè di Semola mentre Merlino si lascia andare alle sue amabili chiacchiere. Ma cala Merlino, mica puoi sputare veleno qua e là solo perché una mela è così tronfia e matura da cadere dall’albero (dopo la tazzina c’è la teoria della mela, per la quale lo schianto contro il suolo rappresenta l’inevitabile urto con la realtà. Il problema è che non ho bisogno di tempo libero per partorire queste baggianate). Alla fin fine ognuno è libero di vivere come ritiene opportuno, con tutte le k, gli accenti gravi (ma parliamo tutti con queste “e” smisuratamente aperte?) e gli apostrofi messi come il pesto sulle fragole.

Tuttavia, se è così impellente e necessario il bisogno di svalutare l’operato altrui perché di diversa natura, almeno che si abbia l’accortezza di riconoscere i propri limiti e le proprie lacune, onde evitare di vederseli pesantemente sbattuti in faccia nel momento in cui la pentola a pressione della sopportazione dovesse cominciare a fischiare.

Annunci

Read Full Post »